Prossimamente «pulizie in corso» con appositi robot nelle stazioni FFS

Una stazione pulita è anche sicura. A tale proposito le FFS compiono grandi sforzi e battono nuove strade. Ora per i collaboratori di FFS Facility Management arrivano dei particolari rinforzi: stiamo parlando dei robot per le pulizie. Tuttavia questi i pulitori automatizzati non andranno a sostituire i colleghi umani. Alleggeriscono semplicemente il loro lavoro occupandosi dei giri di pulizia con la macchina lavasciuga.

Dominique Bürgi, addetta alle pulizie presso FFS Facility Management, questa primavera ha partecipato al progetto pilota realizzato alla stazione centrale di Zurigo, quando per la prima volta uno speciale robot si è occupato delle pulizie in una stazione. Il nuovo aiutante l’ha convinta: «Grazie all’aiuto del robot nella pulizia dei pavimenti, mi rimane più tempo per pulire vetrate, panchine o scale e posso farlo a mano, quindi più a fondo.»

Arriva la digitalizzazione, si parte da Berna

Il robot pulisce i pavimenti con acqua e prodotti detergenti. I sensori gli indicano il percorso da seguire e fanno sì che svolga il suo lavoro senza ammaccarsi. Ma per il momento serve ancora l’intervento di una persona. Dominique Bürgi spiega: «Nell’ambito del mapping, programmiamo il raggio d’azione del robot e registriamo eventuali ostacoli, quali colonne o panchine. Chiudiamo gli accessi alle scale mobili con “pareti virtuali”, in modo tale che i robot non possano scappare.» Dopodiché si posiziona il robot nel punto di partenza, e via. In due ore questo apparecchio alto poco meno di un metro pulisce autonomamente una superficie di circa 1500 metri quadrati, soprattutto nel corso della pausa d’esercizio durante le ore notturne.

Il primo robot è stato messo in servizio alla stazione di Berna. Successivamente anche le stazioni di Lucerna, e quella centrale di Zurigo hanno ricevuto i loro rinforzi automatizzati. In un secondo tempo seguiranno Lugano (18.10.), Ginevra Aeroporto e San Gallo. Con la scritta «Pulizie in corso» gli aiutanti digitali informano sullo scopo del loro impiego. Infatti il primo robot testato a Zurigo, oltre a pulire alla perfezione, ha anche fatto notizia quale soggetto cinematografico e fotografico molto popolare.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *